slide 1

MOVEment Valorize Europe

 

slide 2

New competence for trainers

slide 3

MOVE

slide 4
slide 5

SECONDO COMUNICATO STAMPA PROGETTO MOVE: si entra in una nuova fase

Il progetto europeo “Move” è entrato nella seconda fase. E’ partita pochi giorni fa l'indagine conoscitiva transnazionale indirizzata all'identificazione della domanda sociale di sport rivolta in particolare alle attività dedicate ai giovani (18-29 anni) e anziani (over 55). Saranno somministrati 600 questionari nei Paesi partner: Italia, Polonia, Grecia e Bulgaria, per questa ricerca che coinvolge sportivi e persone che non praticano attività sportiva. Il modello della ricerca, elaborato dalla Polish University Sports Association (AZS) e dall'Università Roma Tre, è stato studiato per far si che tutte le informazioni saranno confrontate e analizzate in base agli stessi criteri. Un lavoro approfondito che punta a raccogliere il parere di sportivi e non sportivi circa i propri fabbisogni e sulle politiche di formazione, i servizi innovativi, le criticità e le opportunità che offrirebbe una formazione qualificata differente, tracciando quindi delle linee guida condivise. Al termine dell’indagine si avrà una visione più ampia sui fattori che favoriscono o ostacolano l’attività sportiva, grazie alla quale si potrà elaborare un modulo di formazione per l’operatore sportivo che lo metterà in condizione di intervenire efficacemente per favorire l’incremento dell’attività motoria soprattutto sulle due fasce di età oggetto della ricerca.

Per Approfondimento e Informazioni C.S.E.N. :

Via Luigi Bodio, 57 Roma - 06.3291853

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio Progetti CSEN Nazionale: Via Ilaria Alpi 3, Roma - 06.3328421

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Persona di Contatto: Andrea Bruni – Responsabile Progetto – 339 8907156

Primo Comunicato Stampa Progetto MOVE

Il progetto Move intende accogliere la sfida lanciata dalle politiche europee con la nuova programmazione 2014-2020 e rilanciare lo sport nei suoi valori fondamentali di inclusione aggregazione e educazione. Il progetto fa propria la convinzione che lo sport abbia una forte valenza educativa e sociale, soprattutto nella declinazione di sport di base.
E punta sugli “allenatori”. MOVE infatti si propone di elaborare una “Unità di Formazione” da inserire nel percorso formativo rivolto a Dirigenti e Tecnici Sportivi per l’acquisizione di competenze socio educative, un modello formativo trasferibile e riconoscibile, come previsto nel Quadro Europeo di Qualifiche (EQF) e nei sistemi europei di crediti per l’Istruzione e la formazione professionale (ECVET).
Il progetto è pensato come un percorso a tappe nel quale sono comprese attività di ricerca, , indagine e studio dei dati raccolti. Il secondo nucleo di attività è costituito dalla elaborazione e studio per la definizione dell’Unità di Formazione, e della relativa Guida Metodologica al fine di facilitare l’adozione del modello nei sistemi formativi dei paesi europei.
Quattro i paesi partners del progetto: Polonia, Ungheria, Grecia, Italia. La prima attività prevista è quella di una Ricerca sulle politiche nazionali di promozione all’attività sportiva, sui sistemi formativi e le qualifiche esistenti, e un’ Indagine Conoscitiva, attraverso la somministrazione di questionari, sui Bisogni Formativi dei Dirigenti e dei Tecnici Sportivi.
Saranno coinvolti diversi “attori chiave” che a vario titolo rivestono ruoli che concorrono alla definizione delle strategie politiche, formative, e del settore specifico sportivo. Il loro contributo rappresenta un punto di vista importante per aiutare a capire quale sia oggi la visione dello sport, inteso come parte del welfare locale e nazionale, e cosa è possibile immaginare per il futuro per potenziarne la sua valenza di inclusione e di aggregazione.
Il progetto MOVE è nato prima della bella parabola del Leicester la squadra di bassa classifica che quest’anno ha vinto in anticipo il campionato di calcio inglese sotto la guida dell’allenatore italiano gentile Claudio Ranieri, ma si muove sulla stesso sentiero: quello della valorizzazione delle competenze e delle potenzialità che si costruiscono grazie alle relazioni che si sviluppano in ambito sportivo.
L’idea è quella di realizzare un Report Comparativo che raccolga gli studi e le analisi svolte nei singoli paesi partners, restituendo un immagine chiara ed efficace dei sistemi formativi esistenti, della tipologia di qualifiche, dei bisogni di formazione e competenze ritenute importanti per rispondere ai nuovi bisogni che emergono con i cambiamenti della società e sostenere la crescita europea in un ottica di sviluppo sostenibile intelligente e inclusivo.
Il percorso, che si concluderà nel 2017, punta a fornire un contributo quadro alla strategie europea 2014-2020, che individua nello sport un settore importante nella promozione della crescita, dell’occupazione, dell’inclusione sociale e della salute.

Per Approfondimento e Informazioni
C.S.E.N. : Via Luigi Bodio, 57 Roma - 06.3291853 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio Progetti CSEN Nazionale: Via Ilaria Alpi 3, Roma - 06.3328421 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Persona di Contatto: Andrea Bruni – Responsabile Progetto – 339 8907156

 

MOVEment Valorize Europe

MOVEment Valorize Europe. New skills for trainers nasce dalla consapevolezza che il comparto dello sport dilettantistico rappresenta un settore economico sempre più importante in Europa e che per questo il tema della formazione delle tante e diverse figure che impiega è strategico. Queste figure professionali infatti sono al centro di temi quali il benessere psico fisico della popolazione e l'inclusione sociale rappresentando quasi una cerniera tra diversi sistemi: educativo, sanitario, sociale.
L'obiettivo principale di MOVE è quindi quello di progettare attraverso un processo di ricerca e analisi partecipativo delle Competence Learning Unit capaci di rafforzare nelle diverse figure professionali (istruttori, istruttrici, maestri o dirigenti sportivi, operatori in senso lato a prescindere dalla pratica sportiva) le dimensioni strategiche e trasversali quali quella relazionale, multiculturale, dell'empowerment e resilienza ad es.
Per questo MOVE ha costruito un partenariato (Italia, Bulgaria, Grecia e Polonia) tra Associazioni sportive nazionali, Università e VET provider, includendo così diversi approcci ed esperienze.
Gli obiettivi principali delle sue attività sono:
- qualificare l'offerta formativa per gli operatori sportivi introducendo il tema delle competenze
- migliorare la capacità degli operatori di cogliere le esigenze delle persone con cui lavorano
- valorizzare la potenzialità del comparto di incidere sul benessere della popolazione
- contribuire al riconoscimento delle qualifiche a livello europeo e aumentare la fiducia tra i diversi sistemi
Il valore aggiunto del partenariato è rappresentato dal fatto che le associazioni sportive sono allo stesso tempo delle realtà con una forte dimensione territoriale ed etica, dei soggetti importanti sul piano occupazionale ed anche agenti formativi.

barra inferiore partners